Comune di Rimini - Punto Europa

Logo stampa
 
Sei in: Home » News dall'UE
 
 

Garanzia Giovani

In attuazione della raccomandazione del Consiglio UE ha preso avvio il 1° maggio, in tutta Italia, il Piano Nazionale Garanzia Giovani. Oltre 1,5 miliardi di Euro nel biennio 2014-2015 per garantire a tutti i giovani tra i 15 ed i 29 anni, disoccupati o Neet (né occupati, né studenti, né coinvolti in attività di formazione) un'offerta "qualitativamente valida" di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato, tirocinio, altra misura di formazione o inserimento nel servizio civile.

 

Cos’è il Piano nazionale Garanzia Giovani
Approvato dal Governo italiano in attuazione della raccomandazione del Consiglio UE del 22 aprile 2013, il Piano ha una dotazione finanziaria complessiva di 1.513 milioni di Euro, dei quali 567 dalla Youth Employment Initiative, 567 dal Fondo Sociale Europeo e 379 di cofinanziamento nazionale. Utilizzando una facoltà prevista dal Programma europeo, il Governo italiano ha deciso di estendere la Garanzia ai giovani fino ai 29 anni. Il Piano, articolato su due annualità (2014 e 2015) riguarderà tutto il territorio nazionale, ad eccezione della Provincia di Bolzano (l’unica che presenta un tasso di disoccupazione giovanile inferiore al 25%).

Destinatari dell’iniziativa
Il progetto si rivolge a una platea potenziale di un milione di giovani, come ha detto nei giorni scorsi il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti. In Italia, secondo gli ultimi dati disponibili e relativi al 2012, i Neet tra i 15 e i 29 anni sono 2,250 milioni.

Come partecipare
I giovani potranno aderire all’iniziativa registrandosi, sino al 31 dicembre 2015, al sito nazionale o ai siti attivati dalle Regioni, comunque collegati in rete fra loro.

Cosa succede dopo
I ragazzi potranno scegliere la Regione in cui vogliono lavorare, che «prenderà in carico» la persona attraverso i Servizi per l’impiego o le Agenzie private accreditate. In base a profilo e disponibilità territoriali, stipuleranno con gli operatori competenti un «Patto di servizio» ed, entro i quattro mesi successivi, riceveranno una o più opportunità tra inserimento al lavoro, apprendistato, tirocinio, istruzione e formazione, autoimprenditorialità, servizio civile.

Coinvolgimento sistema imprenditoriale
È la prima volta che si attiva in Italia (e in Europa) un’azione sistematica per offrire ad una platea così ampia di giovani un ventaglio di opportunità che li aiuteranno a entrare nel mondo del lavoro. Il Ministero del Lavoro sta promuovendo specifici Protocolli di collaborazione con le principali Associazioni imprenditoriali, ed anche con alcune grandi imprese, finalizzati ad incrementare e rendere facilmente disponibili sulla piattaforma della “Garanzia Giovani” le offerte delle imprese. Tra i protocolli già stipulati, quello con Confindustria e Finmeccanica, e un  secondo con le confederazioni degli agricoltori Cia e Agia.

 

Aggiornamento dicembre 2014:

Informiamo gli interessati che è stato attivato un servizio di supporto presso il Servizio Informazione del Centro per l’impiego di Rimini, finalizzato a sostenere i giovani nella procedura di registrazione al portale e per fissarsi in modo autonomo un appuntamento on-line, oltre che per ottenere ulteriori informazioni sulle varie opportunità offerte dal progetto.

Il servizio, per il quale è destinato un PC tra quelli in auto consultazione e un operatore dedicato, sarà attivo due giorni la settimana:

il Martedì dalle 9 alle 13, e il Giovedì dalle 14:30 alle 16:30.

Presso il Servizio Informazione del Centro per l’impiego di Rimini (piano terra - P.zale Bornaccini 1 – Rimini)

Recapito telefonico: 0541 363973 (che risponderà solo negli orari sopraindicati)

@Mail: garanziagiovani@provincia.rimini.it