Comune di Rimini - Punto Europa

Logo stampa
 
Sei in: Home » Giovani » Curriculum vitae europeo
 
 

Curriculum vitae europeo

L’Unione europea è da decenni impegnata nella promozione di politiche di integrazione che favoriscano un sistema uniforme, trasparente e flessibile di riconoscimento, da parte dei Paesi membri, dei titoli di studio e delle qualifiche professionali acquisite.

 

Europass

L'Europass Curriculum Vitae è un modello standardizzato che consente di descrivere, sulla base di un formato condiviso e riconosciuto in tutta Europa, le esperienze di studio e di lavoro e le competenze sviluppate da un individuo, al momento della presentazione di una candidatura per un lavoro o per la prosecuzione di un percorso formativo. Questo strumento può essere utilizzato in tutti i casi di mobilità geografica e professionale.

ll Curriculum Vitae Europeo non è un certificato, bensì una dichiarazione autocertificata e volontaria e fornisce informazioni su:

  • competenze linguistiche
  • esperienze lavorative
  • qualifiche e titoli di istruzione e formazione
  • abilità e competenze acquisite anche al di fuori dei percorsi formali di formazione

Il curriculum vitae europeo fa parte di un dossier di strumenti che facilitano la mobilità europea, l'EUROPASS.

 

 

EUROPASS (Decisione n.2241/2004/CE), è un insieme di documenti aggregati in un Dossier e pensati con l´obiettivo di rendere più trasparenti e leggibili i titoli, le qualifiche e le competenze acquisite nell´ambito di contesti di apprendimento formali, non formali e informali. Europass garantisce il riconoscimento dei titoli di studio tra i paesi membri, poiché è uno strumento che formula parametri comuni più omogenei.

I documenti che al momento fanno parte del pacchetto Europass sono:

  • Europass Curriculum Vitae e l´Europass Passaporto delle Lingue, utili per descrivere le proprie esperienze e competenze. Si autocompilano;
  • Il Supplemento al Diploma e il Supplemento al Certificato, sono supplementi utili per tradurre in modo trasparente i contenuti e il valore di titoli e delle qualifiche e sono prodotti dalle istituzioni che rilasciano i titoli originali (scuole, università e agenzie formative);
  • Europass-mobilità utile in caso di esperienze di studio all'estero rilasciato dal Centro Nazionale Europass Italia.
 

Riconoscimento dei titoli di studio e delle qualifiche professionali

Lo studente o il professionista che ha conseguito in Italia titoli accademici o professionali ha diritto, in linea di principio, a vederli riconosciuti all’estero.

Le norme e le procedure che regolano il riconoscimento dei titoli accademici italiani all’estero sono diverse da paese a paese. Per facilitare la libera circolazione internazionale degli studenti sono stati istituiti centri d’ informazione sul riconoscimento dei titoli accademici conseguiti all’estero. Tali centri nazionali sono coordinati dalle reti europee denominate  ENIC e NARIC.

Anche il riconoscimento dei titoli professionali (medico, ingegnere, avvocato, dentista, biologo, assistente sociale, fisioterapista, ecc.), nei paesi membri dell’Unione Europea  e dello Spazio Economico Europeo (Norvegia, Islanda, Liechtenstein),  è regolato da una serie di direttive generali o settoriali.

Il professionista italiano che intendesse ottenere il riconoscimento del proprio titolo professionale in uno dei paesi dell’Unione Europea o dello Spazio economico europeo può chiedere informazioni sulle modalità di riconoscimento ai rispettivi centri nazionali di informazione sul riconoscimento dei titoli professionali.