Comune di Rimini - Punto Europa

Logo stampa
 
Sei in: Home » Cittadini europei » Fare impresa
 
 

Fare Impresa


Il principio della libertà di stabilimento, basato sull'articolo 43 del trattato che istituisce la Comunità europea, consente agli imprenditori di costituire un'impresa in qualsiasi paese dell'UE.

A questo scopo la direttiva europea sui servizi, diventata pienamente operativa alla fine del 2009, impone ai paesi dell'UE di semplificare tutte le procedure legate all'accesso ad un'attività di servizi e al suo esercizio. Ne deriva che le imprese e le persone che prestano servizi devono poter espletare tutte le formalità necessarie, relative ad esempio ad autorizzazioni, notifiche o licenze ambientali, attraverso sportelli unici, a distanza e per via elettronica.

Infatti i governi nazionali hanno deciso di dare attuazione ai seguenti impegni:

  • istituire una forma di sportello unico per la creazione di un'impresa, per consentire agli imprenditori di espletare tutte le procedure richieste (relative ad esempio a registrazione, imposte, IVA e sicurezza sociale) attraverso un punto di contattoamministrativo unico, fisico (ufficio), virtuale (web) o di entrambi i tipi;
  • ridurre i tempi richiesti per la registrazione di una nuova impresa ad una settimana ;
  • ridurre le spese di avviamento.

Questa volontà è stata ribadita nello "Small Business Act", nel quale i paesi dell'UE si impegnano ad abbreviare i tempi richiesti per ottenere le licenze commerciali.

L'Unione europea sostiene le imprese anche attraverso aiuti di tipo economico. Il sostegno finanziario dell'Unione europea alle piccole imprese è di due tipi: indiretto e diretto. Il sostegno indiretto intende migliorare l'accesso ai tradizionali investimenti e capitali d'esercizio, mentre il sostegno diretto consiste prevalentemente nel cofinanziamento di attività condotte nell'ambito di determinati progetti.

Il primo viene fornito attraverso intermediari finanziari, che combinano i finanziamenti dell'UE con i propri prodotti e servizi. Sebbene non venga erogato direttamente alle singole aziende, aiuta le piccole imprese a finanziare gli investimenti. Tra le forme di sostegno indiretto figurano i sistemi di garanzia, le partecipazioni e il finanziamento mezzanino. Il sostegno indiretto è convogliato attraverso il programma quadro per la competitività e l'innovazione (CIP) dell'UE e, in particolare, il programma per l'innovazione e l'imprenditorialità (EIP).

Per quanto riguarda la seconda forma (il sostegno diretto), questo viene generalmente erogato sotto forma di sovvenzioni a copertura di una parte dei costi di un progetto. Le imprese rispondono ad un invito a presentare proposte. Si procede quindi ad una valutazione dei progetti e alla concessione del finanziamento ai candidati prescelti. I fondi per il sostegno diretto provengono da diversi programmi dell'UE: Ricerca e sviluppo: settimo programma quadro (7°PQ); Istruzione e formazione: programma per l'apprendimento permanente ; Ambiente: LIFE+ ; Energia: Energia intelligente - Europa; Trasporti: Marco Polo, ecc..