Comune di Rimini - Punto Europa

Logo stampa
 
Sei in: Home » Attivita' » Attività 2011
 
 

Attività 2011


RiminiCamp: la P.A. in rete

Sabato 3 dicembre si è svolto il primo BarCamp riminese dedicato al tema della cittadinanza digitale. RiminiCamp è un evento organizzato dal Comune di Rimini, Centro Europe Direct Punto Europa e Ufficio Relazioni con il Pubblico, per affrontare assieme ad esperti, tecnici e cittadini temi legati alla società dell'informazione e alla cittadinanza digitale con particolare riferimento al ruolo che una pubblica amministrazione può avere per favorire la crescita della conoscenza e la partecipazione dei cittadini.

Obiettivi
riflettere su

  • quali passi da fare per riorganizzare un sito web di una PA al tempo dei media sociali?
  • Governement 2.0 e partecipazione dei cittadini:  quali passi per creare a Rimini un ambiente di hackers civici ?
  • l’accesso a internet è un diritto?
  • social media: quali e come?
  • verso l’open data

Maggiori informazioni

La maestra delle emozioni - pubblicazione dedicata all'AEV 2011

Il Consiglio dell’Unione Europea, con la decisione del 27 novembre 2009 (GU UE L17 del 22 gennaio 2010),  ha proclamato il 2011  Anno Europeo del Volontariato sostenendo che lo scambio di esperienze e di buone pratiche aiutano la Comunità, gli Stati membri, le autorità locali e regionali, a creare nella società civile condizioni favorevoli allo sviluppo delle attività volontarie, riconosciute dall’Ue come una delle dimensioni fondamentali della cittadinanza attiva e della democrazia. Ispirandosi agli obiettivi dell’AEV,  il Comune di Rimini - attraverso il suo Centro Europe Direct-   ha voluto diffondere questo scritto che testimonia  una “best practice” realizzata nel nostro territorio. Il progetto, che ha visto coinvolte le associazioni del volontariato locali coordinate dalla psicologa  Raquel Acosta, racconta l’attività svolta in 5 anni all’interno delle scuole, con alunni, insegnanti e genitori. Dagli appunti, dalle riflessioni e dai suggerimenti emerge in tutta la sua pienezza  il concetto di una scuola ispirata ad una nuova dimensione dell’educazione legata ai valori del dialogo e dell’inclusione promossi dall’Unione europea e dal volontariato. La pubblicazione, opera dell’autrice prematuramente scomparsa nel 2010 e raccolta da Volontarimini, rappresenta anche un’occasione di forte sinergia delle istituzioni, delle associazioni e delle singole persone che a vario titolo hanno un ruolo nell’educazione emotiva dei bambini e, in maniera più allargata, nello sviluppo armonioso della comunità.

Liberi di Volare - Conferenza su Giovani, Volontariato ed Europa

2011, Anno Europeo del Volontariato di scena al teatro Novelli di Rimini con relatori e ospite Vito. La prima iniziativa, a livello regionale, che ha celebrato l’Anno. Si è trattato di un’occasione per pensare alla partecipazione giovanile e a qual è stato e quale sarà il ruolo del volontariato all’interno di una società che allinea nuovi disagi a vecchi problemi. Ma è anche in grado, attraverso lo strumento solidale, di creare quegli anticorpi che spesso sono attese soluzioni. Nuovi ruoli si prospettano per il mondo della solidarietà anche attraverso i contributi di ragazzi e ragazze, come mezzo di risposta ai bisogni sociali. Ma anche giovani come portavoce di una scuola di democrazia e convivenza con gli altri che sta gradualmente maturando nel nostro paese. Durante la mattinata diversi ospiti si sono alternati sul palco: Teresa Marzocchi, assessore alla Promozione delle Politiche sociali e di integrazione per Immigrazione, Volontariato, Associazionismo e Terzo settore della Regione Emilia-Romagna; Emilio Dalmonte, Vicedirettore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea; Giovanni Ceccarelli, in qualità di presidente pro tempore del Coordinamento Regionale dei Csv; Pietro Leoni, dirigente Europe Direct Punto Europa Rimini; Renzo Razzano vicepresidente del Centro Europeo del Volontariato e un rappresentante dell’agenzia nazionale Lifelong Learning Programme (Llp) per il Leonardo da Vinci.

Sicurezza alimentare: tutela della salute e diritti dei consumatori

Tavola rotonda
Giornata europea del consumatore

Temi affrontati:

  • l'agricoltura oggi: il concetto di multifunzionalità e di condizionalità
  • la disciplina sulle etichette dei prodotti alimentari
  • alimenti oggi : rischio percepito e rischio reale per il consumatore
  • controllo della sicurezza e qualità dagli alimenti nella provincia di Rimini
  • diritti di informazione e tutela degli illeciti
 

Costellazione Europa

è un progetto di educazione all' Europa per alunni delle scuole primarie di secondo grado. Il progetto è promosso da Europe Direct Punto Europa in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Provinciale.

Obiettivi del progetto:

  • diffondere la conoscenza dell’Unione Europea, la storia, i paesi membri, i simboli, il mito d’Europa;
  • educare alla solidarietà come valore fondante l’Unione;
  • educare alla cittadinanza europea, attraverso la conoscenza dei diritti e dei doveri;
  • imparare a conoscere ed interpretare il ”gergo” dell’Ue, coinvolgendo i partecipanti nella ricerca dei significati;
  • imparare a riconoscere i comportamenti e le azioni che costituiscono il concetto ed il significato di Cittadinanza europea;
  • diffondere la conoscenza dei principi contenuti nella Carta dei Diritti fondamentali dell’UE e  riflettere sui valori attraverso piccoli giochi di gruppo.

Attività:

  • incontro con gli studenti e presentazione dell’Unione Europea, della storia e dei simboli;
  • confronto con i ragazzi sui Diritti Fondamentali;
  • attività ludica in piccoli gruppi.

Destinatari: classi IV e V delle scuole elementari

"Insieme sulla strada per l'UE"

E' un'iniziativa progettuale rivolta ai ragazzi delle scuole medie superiori , che ha lo scopo di far riflettere sul proprio senso di appartenenza all'Ue, di rafforzarlo e di promuovere il concetto di cittadinanza europea attiva.

Il progetto prevede due incontri da svolgersi in successione:

1° incontro
l'incontro permetterà ai partecipanti di acquisire le nozioni di base riguardanti il processo di integrazione europea, partendo dai principi che hanno ispirato la nascita dell'Europa, fino ad arrivare al trattato di Lisbona e non ultima la strategia Europa 2020.

2° incontro
il secondo incontro si concentra sulle opportunità di mobilità in Europa per i giovani. Partendo dai diritti relativi alla libera circolazione fino alle ultime politiche dirette ad eliminare gli ostacoli alla mobilità, farà poi un approfondimento sui programmi promossi dall'Unione per realizzare la mobilità dei cittadini a fini di istruzione, formazione e lavoro.

Destinatari: classi IV e V delle scuole superiori

"Incontriamo l'Europa"

Il progetto si rivolge ai ragazzi delle scuole medie inferiori, con l'intento di fornire le basi storiche della nascita dell'Unione Europea e la panoramica sugli odierni orientamenti politici, con particolare riguardo al "Trattato di Lisbona". Attraverso un percorso visivo e stimolati con una attività ludico-educativa, i ragazzi sono sollecitati a prendere maggiore consapevolezza della propria cittadinanza europea.